Marocco 06/12/13/19 - Ivan Perriera

Vai ai contenuti

Menu principale:

Marocco 06/12/13/19

continenti > Africa
Marocco 2006
Marocco 2012
Marocco 2013
Guarda il montaggio

Guarda il montaggio

Guarda il montaggio

Guarda le foto
Guarda le foto

Guarda le foto

Marocco 2019
Guarda il montaggio

Guarda le foto

i commenti dei partecipanti 2019

 
EQUIPAGGIO n. 1
(Turchia 90, Grecia 04, Tunisia 05, Turchia 05, Libia 05, Puglia 06, Russia 06, Marocco 06, Egitto, Turchia 08, Slovenia 08, Siria e Giordania Sicilia 10, Marocco 12, Marocco 13, Slovenia 14, Sicilia 15, Uzbekistan, Grecia 15, Sardegna 16, Romania 17, Irlanda 17, Sardegna 17, Algeria 17, Sicilia 18, Romania 18, Andalusia19, Balcani 19, Marocco 19)
Viaggiare in un set cinematografico” così diceva la sintesi del mio articolo d’apertura del nostro Road Book e di questo set voi tutti ne siete stati gli attori principali, perfetti con la vostra puntualità, rispetto dei programmi, partecipazione attiva e, non ultima, straordinaria volontà di socializzare anche con i nuovi amici appena conosciuti.
Non ci sono state comparse, tutti avete contribuito a rendere questa nostra quarta volta in Marocco: strabiliante.
Il tempo è stato fantastico e ci ha graziati! Traversata in mare, equiparabile a quelle sul lago; niente pioggia né neve, mentre qualche settimana prima del nostro viaggio erano stati interrotti i collegamenti con il Marocco.
Nessun incidente, malattia o inconvenienti per il gruppo.
E come avremmo potuti averli con una “scopa” come Faustino, che ha gestito i collegamenti con la “testa” come (fino ad ora) solo Marcello sapeva fare…!
Credo che queste poche righe sapranno far capire, anche a chi ci legge, quanto splendido sia stato questo tour di fine anno in Marocco.
Ivan e Silvana (Isernia)

EQUIPAGGIO n. 2
(Sardegna 16, Marocco 19)
Abbiamo concluso questa bella avventura in Marocco con Ivan Perriera e Silvana, il quale si è sempre preoccupato che fossimo tutti pronti alla partenza, e incalzante anche a ragione veduta, ci ripeteva "serrate!".
Rivedendo le foto abbiamo visto posti belli, caratteristici e per esserci arrivati dobbiamo ringraziare ivan che ogni tanto ci svegliava con la sua bella canzoncina.
Emozionante è stata la passeggiata alla cascata e l'incontro con le bertucce. Cosa dire inoltre della passeggiata con i fuoristrada sulla sabbia e infine dell'impresa sui cammelli, che per salirci: ahahaha!!!
È stato tutto molto coinvolgente e piacevole, un caro saluto a tutto il gruppo che ci ha sostenuto e aiutato con la loro simpatia.
Grazie Ivan, al prossimo viaggio, ci sarà ancora the alla menta?
Un abbraccio
Lallo e Vittoria (Tivoli – RM)

EQUIPAGGIO n. 3
(Marocco 19)
Meraviglioso viaggio e splendidi compagni di avventura.

Abbiamo  avuto la fortuna di conoscere delle persone meravigliose, pazienti e disponibili che hanno reso la vacanza veramente gradevole .

Il Marocco ci è piaciuto molto; non lo dimenticheremo mai.
un abbraccio ed  un saluto a tutti
Bruno e Silvana (Rieti)

EQUIPAGGIO n. 4
(Spagna 19, Marocco 19)
Equipaggio 4 felice e contento del viaggio effettuato.
Felice e contento di aver conosciuto nuovi equipaggi ed eccellenti compagni di viaggio, tutti; un grazie particolare a Fausto per la sua signorile finezza nel gestire il gruppo  e sopportare il Capo (come tutti).
Un forte ringraziamento a Silvana (Capa) sempre attiva e presente ed infine un grande elogio al CAPO (Ivan) per la bravura nel gestire 16 Anarchici equipaggi, veramente bravo e competente anche se qualche SCENEGGIATA mafiosa se la poteva e doveva risparmiare, grazie ancora aspettando il prossimo viaggio
Domenico, Kattia e Gennarina (Capodrise - CE)

EQUIPAGGIO n. 5
(Marocco 19)

Alessio, Dixy, Alessia e Domenico (Costa Rica)

EQUIPAGGIO n. 6
(Russia 16, Irlanda 17, Marocco 19)
Buogiorno, il 6 c'e'.
Oggi anche se con un po' di ritardo vogliamo esprimere il nostro parere sul viaggio in Marocco.
Innanzi tutto ringraziamo Ivan per averci dato la possibilita' di vivere questa bella esperienza.
Il Marocco e' bello ma con tante contraddizioni, con paesaggi spettacolari e con usi e costumi lontani da noi e per questo interessanti.
E' stato tutto ben organizzato e gratificante. Un pensiero va ai nostri compagni di viaggio che ci ha fatto piacere conoscere e con i quali abbiamo condiviso questa bella avventura.
Un saluto carissimo a tutti (in particolare a quel birbante di Maurizio) e un invito se vi fa piacere a venirci a trovare ad Alberobello sarete nostri graditi ospiti.
Antonio ed Anna (Martina Franca - TA)

EQUIPAGGIO n. 7
(Marocco 19)
Un saluto a tutti.
Malgrado siamo camperisti dal 1984, questa è la prima volta che ci muoviamo in gruppo. Fino ad oggi abbiamo girato in lungo e in largo tutta l’Europa da soli, in camper sono cresciuti i nostri tre figli, ma niente oltre la cerchia familiare. Perché questo, è difficile da spiegare, forse perché avendo passato a organizzare missioni e quant’altro per gli altri era difficile accettare di essere a nostra volta organizzati. Certo avevamo avuto l’idea ad unirci a dei gruppi, ma non c’era poi mai stata l’occasione, avevamo chiesto, ci eravamo informati, ma, principalmente per motivi di lavoro, come detto, la cosa non si era mai concretizzata. Poi le cose cambiano, arriva la pensione e leggiamo un adesivo dietro ad un camper nel rimessaggio dove alloggia il nostro veicolo: Tunisia in camper. Cominciamo ad informarci sul periodo migliore, cerchiamo su internet e poi arriva il messaggio di Ivan in cui propone un tour per capodanno in Marocco.
Ivan lo avevo già apprezzato per la risoluzione di un problema con l’emissione con la Camping Key Card, preciso, disponibile, concreto e questo ci da la spinta: è la volta giusta, è l’organizzatore giusto. Inizio a martellarlo per avere dettagli e lui invece di scocciarsi risponde sempre puntuale e cordiale, non voglio dire professionale, preferisco “come un amico da sempre”.
Poi arriva il momento della partenza, emozionati e curiosi di questa nuova avventura che inizia proprio con un’avventura: il passaggio del nodo di Genova che richiede 4 ore!
Iniziamo a conoscere i compagni di avventura, compagni che si riveleranno fantastici, disponibili, aperti pur nelle nostre diversità dovute alla lunghezza dell’Italia.
Il tour risulta organizzato molto bene, i compagni di viaggio, alcuni già amalgamati da precedenti esperienze, altri neofiti del gruppo come noi, fanno il resto e tutto diventa facile, almeno per noi. Probabilmente, e questo lo so per esperienza, chi organizza, quando gli altri vanno a letto ha ancora tanto da fare, e se non ha da fare la sua testa lo tiene impegnato con la disamina di quanto accaduto e con le previsioni del giorno successivo. Ma il capogruppo è stato molto bravo e non ha mai manifestato questo suo sforzo. Quindi un’ottima esperienza, un grazie a Ivan e a Silvana perché dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna, un grazie a Fausto che ha fatto la scopa e specchio dei messaggi. Un grazie a chi nel mezzo faceva poi da ripetitore intermedio per i messaggi lanciati sul CB e che talvolta, causa il QRM, potevano non giungere a Faustino. Un grazie a tutti gli altri equipaggi e ai loro componenti dai più diversamente giovani a “domenico junior” il più piccolo e ad Alessia, la nostra mascotte venuta dalle “americhe”. Peccato per alcune guide che si sono rivelate non all’altezza del loro compito e se mi posso suggerire un consiglio, allungherei di qualche giorno il tour per poter gustare meglio e più approfonditamente alcune città. Comunque un’ottima esperienza da ripetere, magari con la Russia che ci manca. Non un addio, ma un arrivederci a tutti.
Maurizio e Sandra (Firenze)

 EQUIPAGGIO n. 8
(Russia 06, Romania 18, Marocco 19)
Bellissimo viaggio, che ha permesso a me e Laura di allargare la conoscenza di un paese meraviglioso come il Marocco,dopo i due viaggi precedenti, uno in camper, l'altro con tour organizzato.
Ci siamo ritrovati con la maggior parte del gruppo che non conoscevamo, ma questo si è dimostrato un valore aggiunto, perché ci ha consentito di rapportarci con delle splendide persone che non conoscevamo.
Ottima organizzazione del viaggio, con la sperimentata perizia ed esperienza di Ivan, supportato in maniera discreta e silenziosa ma sempre efficace dalla sua Silvana, nella gestione del gruppo con tutto quello che ne concerne.
Un grazie ai due equipaggi aiutanti di campo, Giovanna ed Enzo con Fausto e Marina, efficientissimi nelle comunicazioni tra di noi.
Un appunto mi sento di farlo. La scelta dell'agenzia in Marocco,che ha avuto una carenza di fondo, le varie guide nei diversi posti. Luoghi meravigliosi che meritavano molto di più delle loro superficiali descrizioni, ricche di luoghi comuni per turisti occasionali, con visite di numero spropositato presso negozi ed atelier "convenzionati". I camperisti sono gente più esigente e noi meritavano di meglio,visto il lungo viaggio che ci eravamo sobbarcato per giungere fin lì.
Un saluto ed un abbraccio da Lecce!
Salvatore e Laura (Lecce)
(n.d.r.) Caro Salvatore, queste precisazioni sono utili per tutti quelli che vorranno visitare il Marocco e approfitto delle tue segnalazioni per farle.
Sono d'accordo con te in linea di principio ma, a parziale discolpa delle guide, va detto che in Marocco alcune "visite" fanno parte del viaggio stesso e, addirittura, vengono programmate per permettere al gruppo di riposarsi piacevolmente, stando seduti e gustando il loro consueto tè alla menta.
Le farmacie di Marrakech (e certamente non quella di Fes, dove la guida ci ha portato senza avvisarmi), i consorzi di tappeti (più raffinati di altri) e le vasche di Fes con annesse pelletterie o, a mio avviso, il negozio più bello, al pari di qualsiasi monumento marocchino, "Maison Tuareg" di Rissani, che propone tappeti, completamente diversi dai precedenti
perchè, come l'artigianato proposto, tipicamente berberi). Così come la splendida fabbrica di ceramiche di alta fattura di Fes e, in contrapposizione, quella della ceramica berbera verde di Tamgroute, più grezza ma non per questo meno particolare. Insomma, ritengo che non si possa non vedere questi posti dove, fra l'altro, nessuno ha mai avuto obbligo di acquisto. Ecco perchè anche nei futuri viaggi lascerò queste visite che, a mio avviso, sono parte del viaggio. Mi spiace non essere stato presente, perchè attendevo che tutti uscissero dalla "farmacia", quando la guida vi ha portato nel negozio d'abbigliamento non previsto ma, si sa', appena li lasci liberi cercano di fare "gli affari loro". Bene hai fatto, quindi, a "cazziare" la guida.

EQUIPAGGIO n. 09
(Russia 06, Romania 18, Marocco 19)
Il deserto;
le cascate;
i paesaggi;
l’azzurro del cielo marocchino;
i palmeti, le città, i paesini, i mercati, i bambini, la gente, i nostri compagni di viaggio…
Tutto indimenticabile.
Alla prossima.
Massimo e Anna (Lecce)

EQUIPAGGIO n. 10
(Romania 18, Marocco 19)
Splendido, tour semplicemente splendido, dal primo all’ultimo momento.
Compagnia allegra e simpatica sempre disponibile e collaborativa.
Abbiamo apprezzato i meravigliosi paesaggi ed i colori del Marocco, la sua gente, gentile ed accogliente, l’organizzazione, puntuale ed efficiente, e l’ottima scelta dei luoghi visitati.
È stato, per noi, uno dei più bei viaggi fatti fino ad ora, ci lascerà ricordi indelebili.
Un abbraccio a tutti, speriamo di rivederci presto!
Enzo e Giovanna (Neviano)

EQUIPAGGIO n. 11
(Romania 18, Marocco 19)
In ritardo ma anche noi abbiamo apprezzato e goduto questo viaggio perché l'organizzazione di Ivan fa in modo che tutto fini liscio lasciando agli equipaggi il piacere di apprezzare ogni momento. Ha la capacità di amalgamare e mettere a proprio agio i tutti i partecipanti che da subito si sentono amici. Per noi il Marocco era un mondo lontano e sconosciuto e grazie a lui e a Silvana ora abbiamo un idea più chiara delle persone e del loro mondo.
Ci sentiamo di fare una sola osservazione, viaggi così meritano più di tempo e con due o tre giorni ancora a disposizione avremmo evitato quel corricorri forzato.
Per finire un grazie a tutti gli equipaggi per l'amicizia e l'accoglienza riservataci e che speriamo di incontrare così come ha promesso Ivan
Aldo e Silvana (Lecce)
"leggere attentamente le istruzioni d'uso"
(n.d.r.) Carissimi, anche in questo caso, con la speraza di inviare considerazioni utili ai prossimi viaggiatori, mi sento di chiarire che, quando un programma viene svolto alla lettera, senza modifiche o intoppi, è chiaro che il viaggio ha espresso ogni valutazione prevista nella sua stesura, letta, condivisa, accettata e confermata dalla stessa partecipazione.
Viaggi come questi (non solo per pensionati) hanno obiettivi chiari: Visite, ingressi, spostamenti e, come scrivevo nel commento di Salvatore, visite a negozi tipici. Se invece si pensa di fare shopping ad ogni sosta è chiaro che ci vorrebbero tempi più lunghi; non di due o tre giorni ma di quanto ognuno di noi, singolarmente, decide di dedicare agli acquisti. Ecco perchè il prossimo viaggio in Marocco (sarebbe il 5°), andrà bene con questo ultimo programma già consolidato negli anni ribadendo che prima di partecipare è sempre bene "leggere attentamente le istruzioni d'uso (programma)" e chi non lo farà e dedicherà più tempo agli acquisti che alle visite, sarà costretto al "corricorri" del quale parlate.

EQUIPAGGIO n. 12
(Marocco 19)
Un viaggio che porteremo nel cuore e nella mente, un paese dalle mille contraddizioni.
Un popolo gentile ed ospitale, berberi, arabi, e francesi espatriati, un miscuglio di vita diversa tra i piccoli villaggi e le grandi città, povertà conclamata o di religione, centri moderni vicini al vivere occidentale.
Luoghi unici ed indimenticabili, che abbiamo potuto visitare grazie a Ivan, dimostratosi all’altezza di una gestione senza grossi problemi, un grazie a noi partecipanti, alla scopa, ed infine un pensiero a Dris.
Nel ringraziare Ivan, salutando lui, idealmente salutiamo tutti.
Giorgio e Teresa (Ascoli Piceno)

EQUIPAGGIO n. 13
(Marocco 19)
"Serrate-Serrate"; la canzone del camperista, per non parlare di "mammina"; non sentirle fa molta nostalgia.
Come il Marocco, con i suoi colori, paesaggi, panorami unici, ci hanno entusiasmato moltissimo.
Se poi aggiungiamo una splendida compagnia di persone, sempre allegre, un'organizzazione eccellente, che hanno coronato un viaggio meraviglioso da non dimenticare...
Da ricordare anche tutte le foto scattate dai vari equipaggi unite da Ivan in un magistrale filmato, come un bellissimo ricordo dei momenti trascorsi.
Sperando di ritrovarci presto, un saluto a tutto il gruppo.
Paolo e Anna (Desenzano sul Garda - VR)

EQUIPAGGIO n. 14
(Marocco 19)
Tutti i viaggi cominciano con un po' di apprensione per il fatto che da parte nostra non conoscevamo quasi nessuno. Fatto il primo approccio, io e Adele abbiamo avuto la stessa sensazione che ci conoscevassimo da sempre grazie al fatto che siamo CAMPERISTI, con la voglia di fare nuovi viaggi nuove esperienze e amicizie.
Questo secondo viaggio in Marocco ci ha portato a conoscere nuovi luoghi, usi e tradizioni, nonché dei panorami mozzafiato (vedi le Cascate e le Gole di Dades e molto altro).
Devo sottolineare che non è facile convivere per tre settimane assieme ad altri equipaggi avendo abitudini e tempi diversi da rispettare, perciò dobbiamo dirci BRAVI per la puntualità e comprensione da parte di tutti noi.
Mi sento di dire un GRAZIE a tutti ma in particolare COLUI che ha organizzato il tutto, alla scopa che ci ha tenuti vicini sebbene a volte eravamo molto lunghi, ai fotografi che con i
loro scatti hanno dato la possibilità di fare un ottimo documentario...
Viaggio interessante, intenso, gruppo simpatico. Insomma, da rifare con un'altra meta.
Ho notato che nel nostro linguaggio (quando chiedavamo un'informazione) abbiamo usato pochissimo la parola chiave GRAZIE, perciò cerco di recuperare adesso dicendo: Grazie a tutti e a presto. Un abbraccio a IVAN e SILVANA al quale aggiungiamo un saluto a tutto il gruppo.
Lorenzo e Adele (Pezzan di Carbonera - TV)

EQUIPAGGIO n. 15
(Romania 18, Marocco 19)
Le aspettative per questa nostra prima volta in Marocco erano alte,  siamo stati molto contenti di questo viaggio che ci ha dato grandi emozioni, gioia, entusiasmo e a volte anche stanchezza, ma sempre condivise  con amici vecchi e nuovi. Ivan  un grande capitano, sempre amico di tutti, esigente a volte, ma solo per rispettare il programma. "Serrare" o "mammina..." ci accompagnano ancora oggi a viaggio finito... È stato un grande giro esplorativo del Marocco: Paesaggi vari e mutevoli più volte in ogni spostamento,  artigianato locale interessante, colori accesi, sorrisi e saluto dei bambini, visi provati dalla fatica ma sereni. Forse in qualche occasione abbiamo perso troppo tempo durante le visite guidate in città e qualche  guida non ha dato il massimo alla nostra sete di informazioni. Alcuni luoghi avrebbero meritato più tempo  e per questo tour qualche giorno in più non sarebbe stato male,  naturalmente parliamo da pensionati... ogni momento buono per stare assieme è  stato accolto con gioia;  5 compleanni e un 40° anniversario di matrimonio  sono stati festeggiati da un grande gruppo di amici. Grazie a tutti con un abbraccio e un arrivederci
Gastone e Francesca (Lugo di Vicenza - VI)

                                                                       EQUIPAGGIO n. 16
                                                                       (Sicilia 18, Spagna 18)
Abbiamo dovuto rinunciare perchè non abbiamo voluto rischiare di partire non in perfetta forma.
Per questa volta ci è rimasto solo il numero che ci aveva assegnato Ivan ma recupereremo presto!
Non sarà la stessa cosa perchè in questo viaggio c'erano tanti amici ma non abbiamo certo paura di farcene degli altri...
Ci fa piacere aver constatato, grazie alla visione delle vostre foto, che tutto è andato bene.
Flavio e Cristina (Porto Mantovano)

EQUIPAGGIO n. 17
(Sicilia 18, Romania 18, Marocco 19)
Cosa dire, beh..
nella presentazione, Ivan ha già spiegato, quanto di spettacolare può essere un paese nell'aspetto povero e allo stesso tempo ricco ed emozionante.
Con i suoi colori sgargianti, vasti panorami sempre diversi, strade in .....mento, cucina variegata e alquanto speziata... nonché la vendita di un'indescrivibile quantità di tajine.
Il tutto condiviso da un'ottima comitiva che ha reso questo viaggio indimenticabile e coinvolgente.
Un grazie a tutti i partecipanti.
Gian Pietro e Cinzia (Correzzola - PD)

EQUIPAGGIO n. 18
(Spagna 04, Russia 06, Sorrento 07, Rep. Ceka 08, Turchia 08, Slovenia 08, Sardegna 16, Irlanda 17, Sicilia 18, Romania18, Spagna 19, Marocco 19)
MAROCCO protagonista assoluto!
Non me ne vogliano gli altri partecipanti, con i quali peraltro sono stato benissimo, fossero amici “vecchi” o nuovi.
Certo, uno dei piaceri di questo tipo di viaggi è l’instaurare nuove amicizie e il consolidare quelle precedenti.
Però mai come questa volta il paese visitato si è imposto alla nostra attenzione in modo così perentorio!
Paesaggi mozzafiato, suoni, colori, odori, contrasti violenti tra ricchezza e povertà. Tutte queste cose ci hanno coinvolto fino a saturare i nostri sensi.
Ancora una volta la scelta dell’itinerario e l’organizzazione sono state degne di Ivan, cioè eccezionali.
Un grazie particolare a Giovanna, “ponte” prezioso tra la testa e la coda in caso di allungamenti della colonna. (n.d.r. "allungamenti?" ma quando mai... )
Alla prossima!
 Faustino e Marina (Rubano - PD)
i commenti dei partecipanti 2013

Equipaggio n. 1
     
Ivan e Silvana
Ogni viaggio è una storia a  sè, un'esperienza unica, senza confronti possibili.
E così, i gruppi che lo  compongono hanno le loro originalità sempre nuove. Tutto diverso, quindi,  dagli altri viaggi in Marocco se non l'armonia che, anche questa volta, si è  creata fra i 12 nuclei familiari partecipanti.

Complimenti a voi per essere riusciti a diventare subito "amici" condividendo le  esperienze con spirito di gruppo. Bravi, siete stati, tutti, veramente bravi.
Alla prossima e grazie di aver voluto partecipare al nostro viaggio.


Equipaggio n. 2

Giorgio e Amelia

Come non ricordare con piacere le belle giornate trascorse con tutti voi.

Eravamo già stati altre volte in Marocco, ma possiamo dire che questo è stato il viaggio più bello, sia per i nuovi posti conosciuti
sia per l'organizzazione che per la compagnia.

Speriamo per il prossimo fine anno di rincontrarci per trascorrere altri piacevoli giorni insieme.
   
Equipaggio n. 3
Tony e Ignazia

Sicuramente i luoghi visitati sono meravigliosi, ma alcuni meritavano una maggiore attenzione. Però con quelle strade non si possono percorrere 3000 km in due settimane, con i tempi previsti dal programma.
Difficilmente ripeteremo l'esperienza di un viaggio organizzato così stressante che si è rivelato una continua corsa contro il tempo.

Il gruppo è risultato compatto ed amalgamato, tutte persone simpatiche e disponibili.
Un abbraccio a tutti.
   
Equipaggio n. 4
Cosmo e Anna
il viaggio in Marocco è  stato favoloso, uno di quelli che non si dimenticano. Ivan, sempre pronto x risolvere qualsiasi problema che si potesse presentare. Io ed Anna, la mia metà,  ripartiremmo di nuovo ad occhi chiusi. Certo i primi giorni Natale e Santo Stefano si era messa male. Pioggia e vento  hanno accompagnato i nostri primi spostamenti, ma dopo... il tempo è stato  splendido e abbiamo visto dei posti meravigliosi nei quali ci ha guidato il capo  "carovana" (IVAN); tutti i posti più impensati li conosceva e ti spiegava tutto  quello che c 'era da sapere. Le Medine; le moschee; le gole di Dades; la valle  del Todra, Merzouga... solo per citare qualche località indimenticabile, ma è  inutile elencarle tutte perchè una è stata più bella dell'altra! Un viaggio meraviglioso...  da rifare!!! da parte di Anna: Caro Ivan, abbiamo  fatto un'esperienza stupenda. Ci  siamo divertiti molto, specialmente nel deserto. Poi,  che dire delle onde dell’Oceano Atlantico? E,  oltre a tutto ciò, tu sei speciale; sei un gran organizzatore e simpatico... A  quando il prossimo viaggio???

Equipaggio n. 5

Antal e Marina
Da parte di Antal: Il viaggio e' stato bellissimo anche se condensato in pochi giorni. Tutti simpatici e bravi. A parte Marina che x un motivo o x l'altro e' stata male quasi sino in fondo. Io non bacio ma abbraccio.
Da  parte di Marina:
Sono stata molto contenta  delle belle e nuove conoscenze, peccato il mio mal di schiena... appena vi ho  lasciati mi sono sentita nuda  ma nello stesso tempo libera di non dovervi seguire ancora (andavate come lepri). Abbiamo visto tante cose belle e metterò  tutto su FB. Grazie a Ivan per tutte le sue gentilezze!!! Bacioni a tutti.



Equipaggio n. 6

Enzo e Carla
Viaggio indimenticabile per la bellezza dei luoghi, i colori, gli odori, la gente dei posti  attraversati.
Ottima l'organizzazione e la compagnia.

Alla fine del viaggio resta  solo un desiderio:

RITORNARE IN MAROCCO!!!!!

Un grazie particolare ad Ivan E Silvana.

Equipaggio n. 7
    
Carlo e Adele
Ho letto i commenti di tutti e, anche se  in ritardo, te lo dico: il viaggio è stato fantastico!! Ho rivisto le foto in questi giorni e mi sono tornati in mente i momenti spensierati che abbiamo vissuto tutti insieme, le uscite, le cene fuori programma, gli scherzi ecc. Parlo anche per Carlo che ha ripreso a lavorare a ritmo frenetico e ha affidato a me il compito di inviare un      commento per entrambi. Siamo stati davvero entusiasti di aver visitato il MAROCCO in modo cosi approfondito, come mai ci sarebbe capitato senza il tuo supporto di esperto. Che dire? Mi sono divertita con tutti i partecipanti con cui ho stretto amicizia e che spero di rincontrare in un prossimo viaggio. Mi piacerebbe vedere al più presto il film. A proposito al supermercato ieri c'era la fila e ho provato a dire "Ballak, Ballak" ma nessuno mi ha fatto passare!!! Baci a tutti.


Equipaggio n. 8

Pino ed Emma
E' troppo facile esprimere un commento positivo di tutto il viaggio, le foto e spero anche il filmino, non lasciano dubbi.
Ciò che è importante è aver  conosciuto tanti simpatici compagni di viaggio e, specialmente uno che ci ha  deliziato (sigh) con i suoi canti natalizi.

Ivan vediamoci ancora per un prossimo viaggio, ma senza aspettare un anno.

Salutiamo ed abbracciamo  tutti.


Equipaggio n. 9
Lucio e Anna Maria
Ciao Ivan,
eccomi a  scrivere di questo viaggio; era da tempo che meditavo un viaggio in Marocco e  alla tua proposta ho aderito con entusiasmo, non mi sbagliavo ho visto posti e  gente fantastica, dalle città imperiali al deserto fino all'oceano tutto molto  emozionante.
Peccato sia  durato poco. Sarei rimasto volentieri un'altro po' in quella fantastica terra.
Questo, però,  potrebbe darti lo spunto per un ritorno! Che ne diresti  di un bel safari fotografico in Kenya?
Pensaci....io  sono pronto!
Un abbraccio
       

Equipaggio n. 10

Luigi e Giuliana

Nel commentate un  viaggio  appena concluso, si rischia di cadere nel banale e nello scontato ma ciò che mi  sento di dire, oltre
alla magnificenza dei luoghi e dell'ottima organizzazione,  è il feeling che è NATO tra noi tutti e che spero diventi amicizia.
Per me sarebbe importante!

Al  prossimo e a ...........sorry!

        
Equipaggio n. 11

Lilia
Questo viaggio in Marocco l'ho scelto  non tanto per rivisitare luoghi già visti in altre occasioni, in anni più o meno  lontani, quanto per ritornare, ora che il tempo non mi manca, a viaggiare con  Ivan e Silvana, per le belle esperienze già vissute assieme in paesi quali la  Libia, L'Egitto, la Russia e più vicino la Sicilia.
Devo dire che non ho avuto  delusioni, i luoghi scelti e visitati sono stati i più belli del Marocco, i  compagni di viaggio, che solo tu Ivan con il tuo carattere riesci sempre ad  aggregare, sono stati simpaticissimi: sembrava ci fossimo sempre conosciuti!
Quand'è che ci vediamo tutti? A quando un altro viaggio, da zia e non da  nonna?!?

    

Equipaggio n. 12
   
Umberto e Alessandra
Stiamo rivivendo proprio oggi il viaggio in quanto stiamo sistemando le foto e film (lo facciamo solo ora in quanto NON siamo
come persone di nostra conoscenza che dicono di lavorare!!).

Il commento e' ovviamente positivo, tranne che per una persona che si intestardiva a voler cantare.
A presto Umberto ed Alessandra.
PS il prox viaggio dove?


i commenti dei partecipanti 2012
 

Equipaggio n. 1
Ivan e Silvana
Cinque  equipaggi italiani e due svizzeri, hanno dato un tocco di internazionalità al  nostro tour di quest’anno. A dire il vero i due equipaggi transalpini (e il  terzo siciliano) parlavano perfettamente la nostra lingua e quindi, a parte  qualche loro commento in francese, sono sempre stati “dei nostri”.
Alessandro, Nelly e Beatrice si sono uniti al gruppo senza alcuna difficoltà.
Tutti  gli altri, puntuali, seri e nel pieno rispetto degli altri, hanno fato il meglio  facendo diventare questa esperienza indimenticabile.
Grazie  a tutti  
     
Equipaggio n. 2
Beatrice
Per lei scrive, di seguito, Alessandro
     
Equipaggio n. 3
Alessandro e Nelly
ed io cosa  dovrei dire? Ivan ha effettuato questo viaggio nonostante la scarsa  partecipazione non prevista, l'ha fatto probabilmente anche grazie ad  un'amicizia creatasi nel tempo, grazie Ivan. Questo ci ha permesso di fare la  conoscenza di nuovi amici dai percorsi di vita diversi, ma eravamo lo stesso  tutti uniti ed abbiamo saputo gestire la nostra vacanza senza le benché minima  frizione, nonostante il re del cielo e Mariella... La bellezza dei posti  visitati ha fatto sì che i nostri occhi ed i nostri cuori fossero  quotidianamente nutriti di sensazioni indimenticabili. La povertà di certi  villaggi e le condizioni di vita che abbiamo potuto vedere hanno fatto anche sì  che a tutt'oggi non riesco più ad "abbuffarmi" come facevo prima di partire, ma  questo è un'altro capitolo. Mi rimarrà il ricordo di persone squisite, che  rivedrò sicuramente sia qui sia a Roma o altrove. Prima o poi organizzerò un  tour in Svizzera, immagino in un bell'autunno sperando di rivedervi voi tutti. Quando si entra a far  parte di un gruppo, qualsiasi esso sia, si vive sempre una certa apprensione.  Come saranno i compagni? Ci saranno persone simpatiche o al contrario dei  rompipalle? Ci saranno discussioni o vivremo in perfetta armonia? Noi abbiamo  avuto una serie di fortune. Prima quella di essere un gruppo piuttosto  ristretto, il che ci ha permesso di conoscerci bene e a fondo, poi di aver un  capogruppo, magari lui il rompipalle, ma che sapeva quello che faceva e sapeva  gestire la situazione in maniera eccellente, infine abbiamo avuto fortuna con la  meteo, ho incontrato diverse persone che sono state in Marocco ed hanno trovato  pioggia e brutto tempo. Anche io ho dei ricordi eccellenti di voi tutti e penso  veramente che una volta o l'altra ci ritroveremo, vedrò con Ivan se riusciamo a  organizzare qualcosa in Svizzera.
Vittorio,  avresti potuto fare il tuo elenco in versi!
Abbiamo  fatto un ottimo viaggio di ritorno, abbiamo messo i camper sul treno a Iselle e,  all'uscita del Sempione, abbiamo ritrovato la neve a Brig. Ho passato la  giornata di ieri a lavare il camper, ora devo ancore fare l'interno a fondo.
GRAZIE
a  voi tutti, per la vostra gentilezza, per la vostra disponibilità, per le  medicine (Lucia) che mi hanno rimesso quasi in piedi, non parlo della vostra  tolleranza perché, come diceva Voltaire, per la tolleranza ci sono delle case  apposta.
Buona domenica e  conto su Vittorio per un ennesimo brindisi in rima in onore del grande Ivan !
     
Equipaggio n. 4
Riccardo e Augusta
grazie  ancora di averci  fatto godere nel migliore dei modi questa meravigliosa vacanza marocchina; hai  saputo fondere con particolare abilità le doti  che devono contraddistinguere un  capo gruppo in un tour del tipo che abbiamo fatto e cioè il saper gestire il  gruppo con  simpatia e con fermezza per quanto riguarda  le regole del viaggio e  la prontezza e determinazione  nell'affrontare immediatamente  gli sgradevoli  imprevisti  che purtroppo sono sempre in agguato  in tutti i viaggi; ovviamente  ringraziamo anche  Silvana che ha saputo starti a fianco....... con pazienza.
Noi tutti , comunque ,  abbiamo cercato di facilitarti il compito il più possibile.............!
Un grazie anche agli altri  componenti il gruppo che ci è sembrato, sin dal primo momento,   di  aver sempre  conosciuti ( e............. ovviamente rivisti con piacere)!
Speriamo di poter passare  ancora delle bellissime giornate tutti insieme e , per nostra esperienza di  altri viaggi , siamo sicuri  che questo desiderio si realizzerà  se non altro  per nostra iniziativa.
con tutta la disavventura  meccanica del mio camper, il viaggio in Marocco del Natale 2012/13 rimarrà,  comunque, un magnifico ricordo,  per la bellezza dei luoghi che abbiamo visitato  (con tutto che ero già venuto con Augusta in quel paese ma con viaggio aereo +  pullman) e  per come hai gestito tutto lo sviluppo dell'itinerario  trasferendo un clima di allegria a tutti i partecipanti (superando anche le  difficoltà che la Grimaldi ci aveva creato sin dall'imbarco).
Un forte abbraccio a tutti.
     
Equipaggio n. 5
Vittorio e Lucia
Carissimi,e' con  un po' di ritardo che vengo a rispondere alle Vs. e-mail
Ricordiamo  sempre con affetto ai momenti passati con voi.
Ci manca la  sicurezza di Ivan, la sopportazione continua di Silvana, la simpatia di  Alessandro (compresa la Sarda baffuta), la dolcezza di Nellj, La capacita' di  beatrice nel condurre il Camper, la gentilezza di Marco, la diplomazia di Rita,  la bontà di Roberto, la manualità di Annarosa al Baracchino, la precisione di  Riccardo, la compagnia di Augusta nelle nostre partite.
Con le qualità  sopra citate, ci sono tutti i presupposti per ripetere un'altro Viaggio in  Vostra compagnia
Un abbraccio  Ciclopico
     
Equipaggio n. 6
Roberto e Annarosa
Neanche se  fossimo cercati con il lume di una candela saremmo riusciti a stare cosi bene  insieme!
     
Equipaggio n. 7
Gian Marco e Rita
Siamo appena tornati anche noi. Tutto  è andato bene anche nel ns. caso.
Una compagnia di persone  cordiali,generose,simpatiche che non vediamo l'ora di ritrovare a cominciare dal  ns. capo IVAN che con la sua "canzone di Mariella" ci  ha tenuto svegli nei  momenti sonnacchiosi.
Ci siamo trovati  benissimo. Il viaggio si è svolto tranquillo come da programma e l'organizzatore  (il famigerato Ivan) è riuscito ad amalgamare bene i componenti dei vari  equipaggi anche se non si conoscevano
;  per questo ci sembrava di avervi sempre conosciuto
.  Molto indovinata l'idea di cenare fuori quasi ogni sera ! Questo costituiva un  momento conviviale per meglio conoscerci ed una incombenza in meno a cui  provvedere.
Il tempo ci è  stato propizio ed anche questo ha contribuito alla buona riuscita del tour.
Informami sui  tuoi prossimi programmi e salutami la tua colomba.
Speriamo di rivedervi presto qui in  Veneto (in tal caso potrei organizzare un piccolo itinerario in zona) oppure  dove deciderà il Boss!  A presto.

























i commenti dei partecipanti 2006

Pierluigi e  Sara
Certo,  difficilmente la seconda volta si riesce a provare le stesse sensazioni le  stesse emozioni, ogni volta vengono spontanee le comparazioni le similitudini.  La Libia ci ha stregati tutti. Nonostante questo bagaglio che ci siamo portati  dietro tutto il viaggio, il Marocco è stato interessante, abbiamo visto tanti  luoghi interessanti, a mio giudizio la natura è molto bella ed è da privilegiare  nei confronti delle città che, escluse Marrakech e Meknes da vedere, sono  ripetitive.
Le gole di  Dades, la valle del Todra, la kasbah di Ait Benhaddou e tanti di quei villaggi  che, nonostante il programma sia stato rispettato fedelmente, abbiamo solo  attraversato quando, invece, meritavano più tempo e più attenzione; a mio  giudizio queste sono le vere bellezze del Marocco. Per non parlare dell’oceano  che abbiamo solo lambito tralasciando completamente Agadir che (oramai era a  pochi Km.) è considerata la perla del Marocco, sebbene questo era già chiaro nel  programma. Nonostante tutto è stato bello essere insieme a vecchi amici,  conoscerne di nuovi, sentirsi un gruppo omogeneo e ridere dei nostri difetti.  Centinaia di km in compagnia dell’indispensabile baracchino passavano senza  fatica.
Indubbiamente  l'agenzia ha dimostrato una totale inesperienza nell’organizzare un viaggio per  camperisti, includendo superfluamente tanti ristoranti e togliendoci la  soddisfazione delle nostre belle tavolate in allegria.

Luciano e  Piera
Il tour è  stato proprio come me l’ero immaginato, con gradite sorprese che hanno reso il  viaggio ancor più piacevole. La seconda parte del viaggio è stata vissuta con  più calma, godendo delle scogliere più belle e selvagge, dei pasti a base di  pesce appena pescato e cucinato dai pescatori stessi, del piacere di soggiornare  nel clima mite di Agadir, camminare a piedi scalzi sulla spiaggia interminabile  e assistere agli spettacoli di danza del ventre.

Aldo e  Cristina con Dalila e Michela
Il Marocco ci  è piaciuto molto, molto paesaggistico colori e luci meravigliose. Anche i  marocchini ci sono piaciuti nonostante le loro insistenze, riteniamo siano un  popolo tranquillo e disponibile. Peccato per tutte le ore perse in ristoranti  turistici e alla ricerca di camping! Forse tanti di noi cercavano le comodità  italiane, ma in paesi così diversi da noi c’è ben altro da apprezzare!

Graziella e  Marcello
Un tour  bellissimo che ci ha permesso di visitare posti e paesaggi a dir poco  meravigliosi che noi, pur essendo già stati due volte in Marocco non avevamo  visto, come le Gole del Dades. Le cime innevate del Passo Tizi in Tichka a 2200  sml, la Foresta dei Cedri e così via! Il nostro giudizio sul viaggio: la prima  parte da incanto, la seconda parte dopo Marrakech un pò veloce, ma il nostro  giudizio finale è positivo.

Antonio e  Ornella
Con la Libia  nel cuore, il primo impatto con il Marocco non è stato pienamente positivo, ma  tutto è cambiato con l’arrivo delle grandi montagne dell'Atlante, delle Kasbah  arroccate, dei palmeti verdeggianti nelle strette vallate, delle gole ed infine  delle scogliere della costa atlantica battuta da onde gigantesche.
Al di sotto  delle aspettative, di cui cinema e letteratura hanno alimentato l’immaginario,  le città imperiali, ognuna delle quali offre tuttavia qualche aspetto  interessante.

Giuseppe,  Giovanna e le "gatte"
Che dire del  Marocco? Le bellezze naturali, il Rif, le montagne dell’Atlante coperte di neve  mentre i nostri luoghi deputati ne sono sprovvisti, i villaggi circondati da  meravigliosi palmeti, la Valle del Todra, le gole del Dades, l’incanto della  piazza di Marrakech, le Mederse, le Kasbah, le Moschee, l’oceano, l’aver perso  la strada davanti all’unica chiesa cristiana di tutto il Marocco, (a proposito  grazie del tapiro) rimarranno come ricordi indelebili di una gita molto  piacevole ed apprezzata e che ha reso possibile il rafforzamento di vecchie  amicizie e la costituzione di nuove. L’agenzia marocchina, senza riuscirci, ce  l'ha messa tutta per complicarci la vita; dalla cena dell’ultimo dell'anno, alla  mancanza nei vari menù della carne di pollo, ai campeggi degli ultimi giorni.  Sono certo che la nostra esperienza tornerà utile ai futuri gitanti. Il bilancio  finale è comunque positivo a tal punto che siamo già in fibrillazione  nell’attesa della prossima partenza.

Carlo
Ritornando in  Marocco ho riscontrato un’accelerazione delle grandi città verso una  “europeizzazione” con profondi mutamenti ed una forte e molto disordinata  crescita urbanistica che va a scapito della conservazione delle tradizioni con  conseguente perdita dell’antico fascino. Immutati e incontaminati, per fortuna e  per ora, gli spettacolari paesaggi dell’Atlante, del Rif e delle gole dove ancor  oggi si possono osservare gli antichi usi e consuetudini delle popolazioni  berbere. In quei villaggi e con quelle persone si può “toccare con mano” ciò che  è veramente necessario per vivere ed il confronto con la moltitudine di cose  superflue, considerate nel nostro “mondo civile” come strettamente vitali ed  indispensabili, è improponibile. Il viaggio, salvo piccoli contrattempi, è stato  molto positivo con una bella integrazione tra tutti i partecipanti.
Morena
Ho ripetuto  con entusiasmo questo viaggio a distanza di 2 anni ed anche se non ho ritrovato  la stessa atmosfera allegra e caotica di Marrakech (causa festa del montone) mi  sono comunque divertita a visitare altre località che non avevo visto. Sia i  vecchi che i nuovi compagni di viaggio hanno dimostrato simpatia ed amicizia.  Gli unici appunti negativi sono le insufficienti fermate per le foto ed alcune  visite non effettuate per causa di forza maggiore.
Enrica
Questo  viaggio in compagnia di tante persone è stato piacevole e divertente. Anche se  dovevo studiare per due esami ho trovato spazi per il divertimento e la  conoscenza.

Riccardo e  Stefania
Noi vorremmo  dire grazie, sì, grazie al Marocco, ai suoi campeggi sgangherati, alle sue  strade sconnesse, a due personaggi come Abdul e Moahmed che, nel bene e nel  male, ci hanno portato a zonzo per quasi tremila chilometri, ad ammirare  paesaggi unici, realtà di vita così lontane dal nostro quotidiano, che a volte  non siamo nemmeno stati in grado di osservare e capire. Grazie per tutto, per  aver sopportato le paranoie di noi italiani forse troppo comodi - la corrente  sempre e a ogni costo -, grazie per averci fatto sostare in luoghi sicuri -  chiamasi camping - sì con le docce non sempre calde, un po’ improvvisati, ma  sicuri. Grazie per la quantità di acqua che abbiamo utilizzato - spesso sprecato  - per i nostri vizi, in un paese dove l’acqua è un bene prezioso e di lusso. A  chi non c’è ancora stato in Marocco diciamo andateci...lo merita!

Susi e  Luciano
Da giorni non  vedo più davanti a me il n. 19 (Domenico): ciò significa che il viaggio è  proprio finito. Siamo già ritornati alla nostra realtà di sempre, ai nostri  lavori quotidiani e ancora il pensiero viaggia attraverso gli spazi e i colori  del Marocco. Imbarcati nel traghetto marocchino in balia del mare mosso e della  dolce e melodiosa musica che ci hanno propinato durante la traversata, dopo  l’affumicato sbarco a Tangeri, e dopo qualche pranzo a base di pollo abbiamo  cominciato a gustare con gli occhi  paesaggi villaggi e genti. Barraccc,  barraccc!! Pistaaa, pistaaa!! Via via, strada, strada!!  Serrare, allungare,  stringere, correre, chiudere, dai dai vieni, elastico....bah!
Nonostante  piccoli contrattempi causati dall’agenzia locale (problemi con le guide non  sempre all’altezza, scelte non sempre felici dei campeggi) tirate di orecchie  del nostro capogruppo per qualche marachella compiuta dai vari partecipanti, il  viaggio nel complesso è andato bene. Per noi è stato il primo viaggio  organizzato effettuato con il camper però ci siamo trovati bene con i vari  componenti del numeroso gruppo che ricordiamo con simpatia.





















 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu